BABY, CUCCIOLI E REVIVAL DI SCENA AL 35° SKIRI TROPHY

Posted on Updated on

SPETTACOLO DI SPORT E “JOY OF MOVING” IN VAL DI FIEMME

35.a edizione dello Skiri Trophy XCountry oggi in Val di Fiemme (TN)
Nives Baricevac e Matija Stimac: apoteosi croata nella categoria Baby
Il basco Peio Anarbe primo fra i Cuccioli, applausi anche per la cuneese Aurora Giraudo
Kinder+Sport “Joy of Moving” progetto mondiale presente a Lago di Tesero con uno stand

Era prevista bufera oggi in Val di Fiemme (TN), ma i bambini dello Skiri Trophy XCountry hanno portato sole e gioia al Centro del Fondo di Lago di Tesero, nella prima di due spettacolari giornate che vedranno coinvolti i concorrenti della 35.a edizione.

Quello del Gruppo Sportivo Castello è un vero e proprio “mundialito” riservato alle giovani categorie degli sci stretti, una parata di nazioni e colori che ricorda a genitori ed appassionati quanto sia importante portare i propri figli a praticare sport, qualunque esso sia. Su questi precetti si basa anche l’iniziativa di Kinder + Sport “Joy of Moving”, progetto mondiale che coinvolge 28 paesi e che proprio nella “culla dello sci nordico” era presente con una speciale area giochi dove ci si poteva cimentare con una miriade di attività, dal calcio, al tennis, sino ai piccoli gesti atletici. Le piste sono le stesse che pochi giorni fa ospitarono i fondisti di Coppa del Mondo di Tour de Ski e combinata nordica, quindi praticamente immacolate; la giornata soleggiata e le temperature ideali per praticare sci di fondo hanno fatto il resto, con tantissimi atleti provenienti dalle vicine Croazia e Slovenia, ma anche dalla città di Vitoria nel “Paìs Vasco”, di certo non dietro l’angolo.

La rilevanza delle singole vittorie non è la notizia principale in questi casi, bensì il divertirsi e il far divertire, allenandosi all’aria aperta e sognando, chissà, di entrare un giorno nelle proprie rispettive nazionali. A tenere alta la bandiera azzurra ci hanno pensato i molti atleti piemontesi presenti, in formissima quest’oggi.

Le prime a partire sono state le concorrenti Baby femminili, e ad imporsi sono state due atlete croate, una in fila all’altra, con Nives Baricevac più veloce della connazionale Paola Zivanovic (entrambe della Ski Association PGZ), mentre sul gradino più basso del podio è sfilata la cuneese Giada Ravera (S.C. Alpi Marittime). Un altro croato si è preso lo scettro al maschile, in un nuovo duello Croazia-Cuneo, con Matija Stimac (Ski Association PGZ) a primeggiare di un soffio su Giacomo Barale (S.C. Valle Stura), davanti a Boris Stefancic, anch’egli proveniente dalla penisola balcanica.

Rivincita cuneese qualche tempo più tardi nella categoria Cuccioli femminile, con Aurora Giraudo (S.C. Valle Stura) più veloce di Carlotta Gautero (S.C. Alpi Marittime), mentre la terza posizione è stato raggiunta dalla slovena Mina Repe (SD Gorje). A proseguire la sfilata di colori e nazioni ci ha pensato uno spagnolo, Peio Anarbe (Fed. Spagnola Fedi) di Vitoria nel Paìs Vasco, più bravo del cuneese Riccardo Giuliano (Ski Avis Borgo – Libertas) e del valtellinese Federico Pozzi (S.C. Alta Valtellina). Fondisti giovanissimi ma già consapevoli: “Sono felicissimo del risultato ottenuto, che bella la neve qui”, dirà il piccolo basco, “Abbiamo fatto tanta strada ma ne è valsa la pena”, le giovanissime croate Zivanovic e Baricevac.

Largo poi ai concorrenti Revival nel primo pomeriggio, tutti aficionados che ogni anno ritornano in Val di Fiemme per rivivere le emozioni di un tempo. A trionfare è stato l’atleta di Tesero Tiziano Conti: “Due anni fa partecipai al primo Revival, oggi ho vinto quindi sono soddisfatto, queste gare si fanno per divertirsi. Vengo tutti i giorni qui ad allenarmi quindi conoscevo bene la pista”, davanti al croato Fran Vukonic: “Felice della mia prestazione, era la prima volta nella categoria Revival, la pista era perfetta e l’organizzazione esemplare, come sempre”, mentre in terza posizione si è piazzato il fondista di Cavalese Matteo Betta: “La seconda volta consecutiva per me al Revival, la pista di Lago è sempre durissima da affrontare”. Era considerato “da podio” il 4° arrivato, Alan Martinelli, ottimo fondista dall’importante passato: “Ho rotto un bastoncino e questo mi ha penalizzato, la Val di Fiemme è sempre la Val di Fiemme ed è un piacere tornarvici”.

Tra le atlete del Revival la prima classificata è rimasta talmente sorpresa di aver conquistato la prima posizione da rimanere “paralizzata”, sfoderando un enorme sorriso, Lea Demetz: “Non potrei essere più felice”. Seconda Judith Moroder e terza Roberta Tarter, conosciuta anche per essere stata la prima delle italiane classificate alla Marcialonga negli ultimi anni.

In chiusura un commento da parte della coordinatrice del comitato organizzatore, Nicoletta Nones, che nel 1985 vinse la categoria Allievi: “Questa prima giornata è andata molto bene – afferma la nipote di Franco Nones, primo oro olimpico azzurro nella storia dello sci di fondo – il sole ci ha accompagnati ed i bambini sono stati tutti contenti, non c’è stato nessun tipo di problema. Domani ci aspettiamo un’altra bella giornata, avevano previsto qualche fiocco di neve ma non c’è stato. Una decina di nazioni ed oltre 1000 concorrenti, con molti ad iscriversi all’ultimo, addirittura 40.000 concorrenti in 35 anni di Skiri Trophy, un grande traguardo per il G.S. Castello. Felici anche per il tanto pubblico e per il villaggio Kinder”.

Domani il livello si alzerà con le categorie Ragazzi ed Allievi, e la possibilità di seguire i canali social Facebook e Instagram della manifestazione organizzata dal Gruppo Sportivo Castello, dove oltre ad aggiornamenti in tempo reale ci sarà una diretta video dai campi gara. Start alle ore 9.30.

Le classifiche complete sono disponibili on line cliccando qui.

Download immagini TV: www.broadcaster.it.

Share it with...Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *